Navigare Facile

Attrattive di Lizzano

Cosa vedere e dove andare a Lizzano in Belvedere

La fortuna turistica del territorio e' sicuramente da far risalire al territorio montagnoso che ha sempre attirato sciatori sugli oltre 35 km. di piste del Corno alle Scale.

Tutto questo ha prodotto il fiorire di accoglienti alberghi in grado di ospitare non soltanto i numerosi sciatori in stagione ma anche i tanti appassionati degli stupendi panorami offerti dalla Valle di Silla. In particolare sul Monte Grande (1531 metri), Il Corno alle Scale (1945 m.), Monte Belvedere (1139 m.) il Lago Scaffaiolo (1775 m.) e le Cascate del Dardagna.

Fra i 700 e i 1600 metri il territorio e' completamente ricoperto da boschi di castagni, faggi e conifere. I boschi dovevano essere assolutamente imponenti e ricchi di abeti tanto piu' che risulta da studi recenti che durante i secoli XIII e XIV, su ordine del Senato Bolognese venivano tagliati ed inviati a Bologna lungo il fiume Silla e il Reno.

Malgrado questi importanti prelievi il patrimonio boschivo della zona rimane imponente ed integro conservatosi nei secoli anche perche' sempre rimasto di proprieta' pubblica o demaniale, soggetto per lo piu' ad utilizzo di pascolo.

L'agricoltura e' oramai attiva in modesta misura in particolar modo nelle zone meno ripide (Rocca Corneta e Querciola) mentre la maggior parte dei proventi locali sono dovuti al Turismo.

Fin dall'inizio del Novecento numerose famiglie Bolognesi di notevoli possibilita' economiche erano solite soggiornare a Lizzano durante l'Estate. Da qui la nascita e il proliferare di una serie di importanti complessi ricettivi: alberghi, pensioni, servizi sportivi e ricreativi, esercizi commerciali